UN TEST ATTITUDINALE....

E ora un piccolo test attitudinale, tanto per inaugurare una rubrica nuova, ossia l'aspetto amichevole della posta elettronica....

Le colleghe ce le girano, e noi a nostra volta le rigiriamo, alcune sono serie e fanno riflettere, altre sono spudoratamente sensuali, altre ancora fanno ridere, e poi ci sono quelle che ci sorprendono, sono le email che girano al lavoro, da pc a pc, da piano a piano, da Taranto a Cuneo passando per Arezzo.....


E ora ve la riporto, così come mi è arrivata:






DI CHE EMISFERO SEI?






Guardate attentamente questa immagine: la ballerina sta ruotando in senso orario o antiorario?



La risposta giusta, in questo caso non c'è.



Perchè? Dipende tutto da come usate la testa!



Si perchè la vostra risposta dipenderà da quale dei due emisferi del vostro cervello, destro o sinistro, domina sull'altro.





Se la vostra risposta è :



IN SENSO ORARIO In voi prevale la parte sinistra del cervello, la parte dedicata alla logica, all'attenzione per i dettagli, al linguaggio, alla scienze che si basano su studi empiri, pratici, di comprensione, conoscenza e apprendimento. La stessa che si occupa di preparare strategie, la parte più pratica di voi. Per farle invertire rotazione, provate a lasciarvi andare un po' di più, date più spazio alla parte che si occupa di immagazzinare e gestire le immagini e liberate la fantasia e le emozioni.




Se la vostra risposta è :


IN SENSO ANTIORARIO In voi prevale l'emisfero destro, la parte che generalmente svolge le funzionalità che si avvicinano di più al vostro essere impulsivi, la percezione delle sensazioni, alla visione di insieme, all'immaginazione. Quella che gestisce la vostra percezione dello spazio, le vostre fantasie, l'impeto e il prendersi dei rischi. Se volete vedere l'immagine girare in senso opposto il consiglio è di provare a concentrarvi di più, a porre più attenzione ai particolari dell'immagine.

UNA MAIL NELLA MAIL, PER SCRIVERE E FARE SPEDIRE AD ALTRI

COME PREPARARE ED INOLTRARE UNA MAIL (AL VOSTRO SUPERIORE, PER ESEMPIO) CHE DOVRA' TRASMETTERLA AD UNA SERIE DI INDIRIZZI

Anche questa procedura può rivelarsi utile e frequente in un normale lavoro d'ufficio. Ipotizziamo che il nostro capo ci chieda di preparare una mail che poi dovrà spedire lui stesso, per fare figurare il suo indirizzo di posta elettronica o per validarla con la propria firma digitale, però la mail la dobbiamo preparare noi, e limitarci a scriverla e poi a inoltrarla non è sufficiente, dal momento che il nostro capo dovrebbe poi modificarsela (giammai che un capo arriva a tanto) e magari inserirsi una lista di destinatari.

Insomma, la mail la dobbiamo confezionare noi, ma poi la deve spedire lui.

Ed ecco cosa bisogna fare.


Dopo aver preparato il testo della lettera e aver inserito l'elenco dei destinatari, anzichè inviarla la salvo con nome in una cartella

Chiudo il file (che ho salvato) e apro una nuova email, indirizzata al mio capo (o a chi dovrà effettuare la trasmissione)

Clicco su inserisci allegato e seleziono il file dell'email salvata




il mio capo riceverà una mail contenente un'altra mail, aprirà l'allegato e lo spedirà cliccando semplicemente su invia (validando eventualmente la firma) ma la spedizione sarà comunque partita dal suo pc e dal suo profilo

COME INVIARE UNA MAIL AD UN ELENCO DI PERSONE IN MODO DA RISPETTARE LA PRIVACY ED IMPEDIRE CHE I DESTINATARI VEDANO GLI ALTRI INDIRIZZI






Può capitare di avere questa necessità, più spesso di quanto si pensi, perchè la posta elettronica sta sostituendo sempre più la corrispondenza ordinaria, del resto è più veloce (per non dire immediata) e non ha costi. Ma la solita mail che siamo abituati a mandare ha un vizio: rivela la lista di distribuzione degli indirizzi che hanno ricevuto lo stesso messaggio.

Se vogliamo evitare che gli indirizzi si "vedano" reciprocamente, dobbiamo fare una cosa molto semplice, scriverli sulla barra CCN anzichè sulla prima barra A.

Naturalmente gli indirizzi dovranno essere distanziati dal punto e virgola necessario per proseguire nella lista dei destinatari.







PROCEDURE OUTLOOK EXPRESS

COME FARE PER


DOVETE INVIARE UNA MAIL A PIU' DESTINATARI EVITANDO CHE I DESTINATARI VEDANO A CHI ALTRI E' STATA INVIATA? (TUTELA DELLA PRIVACY)?


DOVETE PREPARARE UNA MAIL E INVIARLA AD UN ALTRO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA PER LA SPEDIZIONE (DETENTORE MAGARI DELLA FIRMA DIGITALE?)
ECCO COME FARE

PERSONALIZZARE LE ICONE DELLA BARRA DEGLI STRUMENTI DI WORD


COME PERSONALIZZARE LA BARRA DEGLI STRUMENTI (WORD 2003) MODIFICANDO E CREANDO ICONE

Personalizzare la barra degli strumenti è un metodo fantasioso per adattare le funzioni di word alle nostre esigenze, per organizzare le utility che maggiormente utilizziamo e per imprimere un'impronta personale al nostro foglio di lavoro.
Anche in questo caso, posso assicurarvi che per quanto la procedura sia facile, ben poche persone la conoscono e la applicano, rinunciando a dare un tocco di colore laddove potrebbe essere utile e divertente.

E ora, passo dopo passo, vi spiego come fare.

MODIFICARE UN'ICONA GIA' PRESENTE SULLA NOSTRA BARRA

Dal mio foglio di word clicco

VISUALIZZA

BARRA DEGLI STRUMENTI

PERSONALIZZA






Clicco con il tasto sinistro del mouse sul pulsante che voglio modificare e dal menu a tendina scelgo


MODIFICA ICONA PULSANTE



Nel mio esempio voglio solo colorare lo sfondo dell'icona scelta, senza modificane la forma.

Con l'OK confermo e le modifiche apportate vengono salvate


COME CREARE UN'ICONA E ASSOCIARLA AD UNA FUNZIONE PRESENTE (COME BLOCCO TESTUALE)


NEL MIO ESEMPIO
FUNZIONE MAIUSCOLO/MINUSCOLO

La funzione MAIUSCOLO/MINUSCOLO (inutile dire che molta gente non la conosce.....) è estremamente utile, perchè permette di selezionare un testo o parte di un testo redatto e di convertirlo in maiuscolo o minuscolo (insomma, se vi sbagliate e scrivete 4 righe di testo in maiuscolo, anzichè cancellare e riscrivere tutto il testo, questa funzione vi permette di modificarla e di convertirla nel formato maiuscolo o minuscolo (o solo iniziale maiuscola...)
E' una funzione estremamente utile nel lavoro d'ufficio, ed è possibile caricarla sulla barra degli strumenti, una volta "piazzata" avrà però un formato esteso, insomma, un lungo bottone ingombrante che ruberà molto spazio sulla nostra barra già stracolma di piccole icone necessarie.

E ora, passo dopo passo, vi spiego cosa dovete fare per caricare la funzione e associarla ad un'icona esistente inutilizzata o ad una creata appositamente.

Clicco su VISUALIZZA
BARRA DEGLI STRUMENTI
PERSONALIZZA

cerco la funzione di mio interesse, se non so dove trovarla la cerco in
TUTTI I COMANDI
in questo caso scorro con le frecce fino a MAIUSCOLO/MINUSCOLO


Seleziono e trascino il comando sulla mia barra




Il pulsante "MAIUSCOLO/MINUSCOLO" è presente sulla barra, ora lo vogliamo modificare, associandolo ad un'icona di dimensioni più piccole


Clicco con il tasto destro del mouse il pulsante "MAIUSCOLO/MINUSCOLO"
e poi spunto l'opzione "ICONA E TESTO"

A questo punto ho due possibilità:

1) andare su CAMBIA ICONA PULSANTE e scegliere di utilizzare dei modellli già disponibili, eventualmente poi modificandoli
2) andare su MODIFICA PULSANTE e creare l'icona partendo da uno schema di quadretti completamente vuoto, accostando i colori in modo da creare il disegno che voglio.



Dopo il salvataggio il mio pulsante sarà composto da due parti, una testuale e una grafica, a questo punto possiamo rimuovere la parte testuale, avendo oramai associato un'icona alla funzione.
Sempre cliccando con il tasto destro del mouse, spunto l'opzione
SOLO TESTO (MENU)




e il testo scompare, lasciando solo la mia icoma grafica.


IMPORTANTE
Ricordatevi che qualunque modifica vogliate apportare alle barre degli strumenti, aggiungere, togliere, cambiare, inserire nuove funzioni, tutte le operazioni potranno avvenire solo se avrete prima richiamato
VISUALIZZA
BARRA DEGLI STRUMENTI
PERSONALIZZA


COME CREARE LE ETICHETTE CON WORD

ISTRUZIONI PER CREARE ETICHETTE DI INDIRIZZI CON WORD

Un modo molto semplice e veloce per fare le etichette ce lo offre word (nel caso specifico ho usato un word 2003, per la versione 2007.... datemi tempo).
Per quanto sia una procedura semplice e che non richiede conoscenze informatiche di alto livello, vi assicuro che all'interno degli uffici ben poche persone la conoscono e la usano.

E ora, in pochi passi, vi spiego come fare!